Il Bruxelles Award 2018 è stato assegnato da Europarc, la più grande rete di aree protette europea, a 9 realtà italiane che puntano sul turismo sostenibile. Un turismo responsabile, che mira alla conservazione della natura, alla tutela del paesaggio, allo sviluppo della biodiversità e dei territori.

Nove parchi italiani sono stati premiati con la Carta Europea per il Turismo Sostenibile (CETS), uno strumento che certifica le prestazioni di un parco nell’ottica dello sviluppo del turismo sostenibile, assegnata da Europarc. La cerimonia si è tenuta al Parlamento Europeo.

La CETS è una certificazione nata per facilitare una migliore gestione delle aree protette, con l’obiettivo di tutelare il patrimonio naturale e culturale, promuovendo al contempo una gestione del turismo attenta all’ambiente, alla popolazione locale, alle imprese e ai visitatori. Elemento centrale della Carta è, infatti, la collaborazione di tutte le parti interessate a realizzare quelle che sono le priorità mondiali ed europee espresse dalle raccomandazioni dell’Agenda 21, adottate al Summit della Terra di Rio nel 1992 e dal VI programma comunitario di azioni per lo sviluppo sostenibile. La Carta è coordinata da Europarc Federation che, insieme alle sue sezioni nazionali, ne gestisce le procedure di conferimento alle aree protette e coordina la rete delle aree certificate

I 9 parchi premiati sono: il Parco regionale delle Alpi Apuane in Toscana, Area Marina protetta di Porto Cesareo in Puglia, le Aree Protette di Veglia Devero-Ossola, il Parco Nazionale della Val Grande in Piemonte, il Parco Nazionale d’Abruzzo, il Parco Regionale Colli Euganei in Veneto, il Parco Regionale Dune Costiere in Puglia, il Parco Nazionale della Sila in Calabria, il Parco Naturale Adamello Brenta in Trentino-Alto Adige.

LEAVE A REPLY